Aia Caltanissetta

Rto con Rosario Di Proietto

Per la seconda RTO arriva il giudice sportivo provinciale

Nella serata di venerdì 11 ottobre si è tenuta, nei nostri locali sezionali, la seconda RTO della stagione.

Per l’evento, la nostra sezione ha avuto il piacere di ospitare e di avere come relatore, l’avvocato Rosario Di Proietto, giudice sportivo della provincia di Caltanissetta. A presentarlo ai nostri associati è stato il neo delegato provinciale della Figc Giorgio Vitale.

Di Proietto ha innanzitutto speso delle belle parole per  i nostri ragazzi, ringraziandoli per il crescente impegno dimostrato negli anni per quanto riguarda la descrizione degli accadimenti della partita nel rapporto di gara. Aggiungendo che la scrupolosità non deve essere mai troppa e che l’esposizione dettagliata dei fatti è fondamentale per poter permettergli di prendere le giuste decisioni in merito. Pertanto l’obiettivo dell’arbitro, nella stesura del referto, deve essere quello di “fotografare” gli avvenimenti della gara così da poter fornire un buon resoconto a una figura che ha il compito di  assumere i relativi giusti provvedimenti ma che probabilmente non ha assistito all’incontro.

Il giudice sportivo prosegue aggiungendo che, recentemente, sono state aggiunte due norme nel codice di giustizia sportiva: la “responsabilità oggettiva delle società” e il “giusto processo”. Ma soprattutto è stata codificata la voce “circostanze” che a sua volta si suddivide in “aggravanti” e “attenuanti”. Le circostanze attenuanti incidono sulla sanzione da applicare, diminuendola; quelle aggravanti , invece, aumentandola. Da quest’anno il codice di giustizia sportiva impone all’arbitro di inserirle nelle sue verbalizzazioni: questi accorgimenti offrono la possibilità al giudice di poter ridurre la pena ai calciatori che, dopo aver commesso degli errori comportamentali, assumono degli atteggiamenti pregevoli o di incrementarla a coloro che invece mantengono una cattiva condotta anche dopo gli sbagli. 

<< Mi raccomando, state attenti nello scrivere e siate sempre meticolosi e dettagliati; se avete perplessità, avvaletevi dell’esperienza di un collega più anziano.>>: queste le parole di Giorgio Vitale, neo delegato della Figc ed in passato arbitro appartenente alla nostra sezione, di cui è stato presidente per 17 anni.

A fine riunione il nostro vice presidente Angelo Lo Piano ha omaggiato Di Proietto con la nuova divisa Legea, enfatizzando così, a nome di tutta la sezione, una profonda stima per quest’importante figura e ricordando a tutti noi che il giudice è simile all’arbitro: entrambi svolgono il proprio incarico in difesa dell’immenso valore della giustizia.

AE Daniele Gattuso

 

  

 

 

 

     

 

 

   

 

 

 

 

 

 

 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *