Aia Caltanissetta

Un Tris da Leggenda

Se il 2016 è stato l’anno del capolavoro sportivo, dove la nostra sezione ha vinto tutti i tornei alla quale ha partecipato, il 2017 verrà ricordato come la squadra leggenda; si perché, se quest’anno nel calcio a 11 non siamo riusciti a ripeterci, diventare per la terza volta di fila Campioni d’Italia nel Futsal è roba LEGGENDARIA. Gli arbitri nisseni, assieme al Presidente Regionale del CRA Michele Cavarretta, il Vice-Presidente CRA Armando Salvaggio e il Presidente Domenico Amico, sono partiti alla volta di Arezzo, che come di consueto ha organizzato il tutto in maniera impeccabile, con lo spirito giusto e desiderosi di non restare a zero titoli nel 2017 dopo la sconfitta in semifinale con i colleghi di Catania nel calcio a 11 di 2 settimane prima.

Inseriti nel girone B con le sezioni di Nichelino, Sassari e Bologna (2 volte finalista ad Arezzo nelle ultime 2 edizioni), la nostra sezione, ancora un po’ stanca del viaggio, vince a fatica con Nichelino (vittoria 2-1 con reti di La Verde e Fabio M.) e perde con Bologna di misura 1-0; il sabato mattina la gara contro la sezione dei colleghi di Sassari viene vinta 3-0 (Coco, Calì, Fabio L.) permettendoci così di qualificarci come migliore seconda ed evitare gli ottavi di finali; ai quarti l’accoppiamento del tabellone ci fa trovare Frosinone, gara sin dai primi minuti dominata dai nostri e terminata 4-1 (Zagarini, Giordano, Calì e Fabio M.); si arriva così in semifinale, e per la quarta volta in 3 anni affrontiamo la sezione di Bologna che mette sotto i nostri ragazzi con un uno-due micidiale, portandosi sul 2-0; inoltre arriva come una doccia fredda l’espulsione dalla panchina di Fabio Michele, ma è qui che esce l’orgoglio e la grinta dei Campioni d’Italia in carica; in un minuto prima Coco e poi capitan Calì pareggiano i conti, si va così ai tiri di rigore dove i nostri non sbagliano (Giordano, Coco e Calì), Miceli si conferma para-rigori neutralizzandone uno, ma deciso per portarci in finale per il 4° anno di fila su 4 partecipazioni. La finale è contro la Sezione di Mantova, arrivata in finale dimostrando gran gioco e gran forza fisica, ma la nostra sezione non è da meno; il primo tempo è deciso dalle parate del portiere ospite che neutralizza ogni tentativo dei nostri, e alla prima occasione i mantovani passano in vantaggio; l’uno a zero per Mantova sarà anche il risultato a fine primo tempo; nella seconda frazione di gioco dopo appena un minuto pareggia i conti Calì con un diagonale che finalmente abbatte il muro del portiere mantovano e da li in poi è uno show continuo dei nostri ragazzi, che passano in vantaggio con Coco, e dopo triplicano con una serpentina di Giordano; il 2-3 momentaneo realizzato con un gran gol da fuori area non permette però a Mantova di pareggiare, anzi il sempreverde Fabio Luciano la chiude con il suo “solito” tocco sotto porta. Finisce 4-2, finisce con la festa degli arbitri nisseni che portano in trionfo mister Lamendola e urlano a squarciagola “I CAMPIONI DELL’ITALIA SIAMO NOI!!!”.

Prima di alzare la Coppa dei Campioni, viene dapprima consegnata la targa di partecipazione al Presidente Amico (primo trionfo della sua gestione), e poi viene nominato miglior portiere del torneo con relativo premio il nostro para-rigori Nicola Miceli, infine si alza per la terza volta di fila la coppa dalle grandi orecchie.

La sezione AIA di Caltanissetta è divenuta LEGGENDA.

I ragazzi di mister Lamendola hanno ancora una volta dimostrato che nel calcio a 5 non hanno rivali e ringraziano il presidente della sezione di Arezzo Sauro Cerofolini e la sua impareggiabile squadra che ha organizzato come meglio non poteva la manifestazione, ricca anche di contenuti culturali grazie alla partecipazione, come spettatori, alla Giostra del Saracino.

AE Andrea Calì

Qui trovate gli scatti fatti dai colleghi di Arezzo

Galleria fotografica 

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *